Perché alcune aziende ce la stanno facendo nonostante tutto?

27 gennaio @ Aeroporto di Bologna – E’ la domanda a cui prova a rispondere Fior di Risorse con un evento tutto incentrato sull’Innovazione Made in Emilia…e noi di Hurricane Start non potevamo perdercelo!

Le aziende protagoniste della serata provengono dai settori più disparati e ciascuna di loro ha una grande storia da raccontarci.

Macelleria Zivieri + Quanto Basta = RoManzo

buffet-salumi-RoManzo Apre la serata l’irresistibile buffet di salumi di RoManzo, nuovo Food Corner della carne nel Mercato di Mezzo di Bologna. Progetto nato dalla collaborazione tra la Macelleria Zivieri e lo chef Fabio Fiore del Ristorante Quantobasta.

A presentarcelo è Aldo Zivieri, imprenditore socio dell’omonima macelleria, fondata nel 1987 a Monzuno, paesino dell’appennino bolognese.

Macelleria tradizionale che da sempre punta sulla qualità, sulla filiera, sulla tradizione, sul biologico quando ancora non esisteva la food fashion. Ma le dinamiche del mercato cambiano, la grande distribuzione esce di moda e per la Macelleria Zivieri iniziano i riconoscimenti, tra cui quello di Miglior macellaio d’Italia nel 2008.

La ricerca dei Zivieri continua e nell’Aprile 2014 arriva RoManzo: la pregiata carne della Macelleria Zivieri entra nel progetto di riapertura del Mercato di Mezzo di Bologna assieme a Fabio Fiore, che la reinventa e la cucina per creare uno “street food” di altissima qualità, tutto Made in Bologna.

Bio-On – Turn OFF pollution!

Ne ha fatta di strada Bio-On da quando nel Maggio 2011 Wired Italia gli dedicava la copertina chiamando alla “Fine della Plastica”. Tre anni dopo, ad Ottobre 2014, Bio-On debutta alla Borsa di Milano.

Ci racconta la storia Marco Astorri, co-founder di Bio-On assieme a Guy Cigognani.

L’intuizione: utilizzare come fonte di carbonio lo scarto di lavorazione della barbabietola da zucchero. I batteri non patogeni si cibano degli zuccheri di scarto e sintetizzano una loro riserva di “energia plastica”, uno scarto agricolo con le stesse proprietà meccaniche e fisiche del poliestere…e quello che nasce è a tutti gli effetti una bio-plastica con le stesse caratteristiche di quella ottenuta dal petrolio!

…Forse non proprio le stesse caratteristiche, dato che la bio plastica di Bio-On è completamente biodegradabile in acqua e terra. Ma il MINERV-PHA, biopolimero ad elevate prestazioni, può essere utilizzato per una straordinaria varietà di settori e applicazioni, dall’automotive al packaging, alle fibre tessili, all’elettronica di consumo e persino in ambito farmaceutico.

Dopo 50 anni dall’invenzione del Moplen, la re-invenzione della plastica è di nuovo Made in Italy.

bio-plastica-Bio-on

MusixMatch – Words Matter

Le chiavi del successo di MusixMatch? Ce le spiega Valerio Paolini, Co-Founder e Software Architect dell’incredibile startup bolognese.

“Quello che fa la vera differenza (…) è che noi facciamo software. E una delle cose che riusciamo a fare che riesce meno bene agli altri è produrre con costo marginale 0. Una volta che noi abbiamo in piedi un’infrastruttura che funziona per una canzone, siamo in grado di fare la stessa cosa per 60 milioni di canzoni”.

La seconda chiave? Essere sempre in Beta, grazie a una community di beta testing musixmatchers che partecipano attivamente al testing program creato ad hoc.

Un’altra success story tutta italiana, quella di Musixmatch, che dai suoi uffici sotto le due torri a Bologna ha creato il più grande catalogo di lyrics musicali al mondo, con oltre 30 milioni di users.